• Livello di difficoltà: Facile
  • Durata 2h con inizio alle ore 17.00
  • Min. 2 persone
  • Max 15 persone
Cosa farete (Orari, programma ecc.)

Il sentiero dove comincia la conoscenza, sia materiale che trascendente: a poco meno di 200 m slm nelle alture di Lingua, frazione del Comune di S. Marina Salina. L’escursione più lineare, lungo una via a cui si può accedere dalle tantissime traverse che salgono dal paese, calibrando la durata del percorso a seconda delle esigenze.

Tra le spine sante, in una deviazione dalla strada principale, si trova nascosta a "Rutta d’u Monachieddu" (la “Grotta del Monachello”), un antro che si dice fosse abitato anticamente da uno spettro che terrorizzava i viandanti. Una volta tornati in carreggiata, la strada disseminata di ginestre fiorite (apprezzabili in primavera) porterà infine tra degli alberi d’ulivo e altri interminabili muretti a secco, ammirando dall’alto il lago isolano, la cui Storia sembra non finire mai, dall’antichità ai giorni nostri.

Dopo la discesa, si passa per un antico borgo marinaro, di fronte al faro silenzioso sull’altra sponda del laghetto di acqua salmastra, dove veniva estratto il sale e dove ancora oggi, spesso, riparano variopinti uccelli migratori.

Cosa portare con sé

Scarpe da trekking;

Berretto per il sole;

Un litro d'acqua;

Maglietta di ricambio

Dove siamo
Paese
Il prezzo include

Iscrizione annuale all'associazione culturale Umarruggiu.it

Mappa dei sentieri isolani (grado di difficoltà, chilometraggio) e degli sponsor selezionati (ristoranti, luoghi per fare aperitivi, aziende vinicole ed agricole);

Accompagnamento in sentieri inediti e allo stesso tempo fruibili;

Spiegazioni in italiano ed inglese di botanica, Storia locale, tradizioni, mitologia, ecc...;

Intervento di primo soccorso nei casi in cui fosse necessario.

Come prenotare

Prenotare tramite mail, telefono o whatsapp preferibilmente con due giorni di anticipo.

Contatti

  • Nessun commento disponibile
  • Aggiungi una recensione